UNA NOVITA’ NELLA GESTIONE DEL CASH “IL POS DEL DENARO CONTANTE”

Rosario Maccarrone – Responsabile Aiti Nordest rosario.maccarrone@aiti.it

Nella nostra economia reale i pagamenti in denaro contante costituiscono ancora una importante modalità di pagamento. Infatti, i dati ufficiali sono chiari. Nel settore della GDO i pagamenti in contanti rappresentano il 35-45%. Mentre nel settore del retail, con i dovuti distinguo, il pagamento in contanti rappresenta addirittura il 55-65% con punte del 70-75% per i circuiti dei Tabaccai, delle Farmacie oltre che nelle Grandi stazioni ferroviarie. Ora, questa situazione, per coloro di noi che lavorano o supportano aziende in questi settori, comporta il fatto di doversi organizzare per la gestione di questo contante. A tal proposito, recentemente, ho avuto modo di apprendere l’esistenza di un Servizio di Treasury management denominato Feedo veramente innovativo (potete trovare qualcosa sul sito www.feedodigitalcash.eu).
Facendo i riscontri del caso, ho analizzato come tale Servizio Feedo permette una connessione diretta del punto vendita dell’Esercente alla Rete Interbancaria (gestita da SIA/NEXI), la quale, come noto, è sinonimo di garanzia circa i massimi standard di sicurezza (Cyber), Gestione dei Dati Sensibili e Continuità Operativa. Basta considerare che tutti i flussi e le comunicazioni tra le banche avvengono proprio su questa Rete. In sintesi, il Servizio Feedo gestisce ogni elemento della catena del Cash o Treasury management automatizzandolo all’interno di un processo integrato, sicuro e resiliente che coniuga innovazione tecnologica alla solidità tipica dei sistemi interbancari.
Questo Servizio, a mio avviso, comporta degli innegabili vantaggi per il Tesoriere e/o CFO dell’azienda sia in termini di sicurezza e massima efficienza nella gestione del denaro contante sia che di piena libertà nella scelta della Banca ove accreditare detto “Cash”.
Inoltre, attraverso un apposito Portale messo a disposizione dal Servizio Feedo, il Tesoriere e/o CFO ha una visibilità costante (“in real time”) circa i flussi, sia di versamento nella cassaforte (da loro chiamata FeedoSafe) che di accrediti presso il conto corrente tecnico dell’Esercente nonché presso gli IBAN di riferimento dell’Esercente. Tutti questi flussi vengono messi a disposizione dell’Esercente.

Nella pratica, tale Servizio Feedo presuppone una infrastruttura (una cassaforte intelligente – denominata FeedoSafe – dotata di tecnologia all’avanguardia di proprietà della società Feedo e controllata da remoto 24H/24H) collocata presso il Punto Vendita dell’Esercente. L’Esercente e/o il proprio personale, inserisce il contante in una FeedoSafe e il contante è accreditato automaticamente sul proprio conto corrente tecnico. L’Esercente, al momento stesso del versamento del contante nella FeedoSafe, perde la titolarità della cartamoneta introdotta e acquista la titolarità dell’equivalente valore sul conto corrente tecnico. Al contempo, la titolarità della cartamoneta diventa della Banca, la quale si accolla ogni responsabilità in merito al contante inserito nella FeedoSafe. Conseguentemente, il versamento nella FeedoSafe, da parte dell’Esercente, è un vero e proprio versamento pro-soluto.
Inoltre, la Banca solleva l’Esercente dai rischi legati alla gestione del contante depositato nella FeedoSafe ed interviene con la protezione, ad esempio, da furti e squadrature in Sala Conta.
Altro elemento innovativo del Servizio Feedo è rappresentato dalla possibilità (oltre che diritto) dell’Esercente al trasferimento del valore (pari al contante versato) su uno o più IBAN (cosi detto Multi-Iban) a semplice richiesta e con frequenza concordabile giornaliera o anche settimanale. Ovviamente, l’immediata disponibilità del denaro contante sul conto corrente dell’esercente – in tutta sicurezza – nonostante il denaro risulti materialmente ancora depositato nella FeedoSafe installata presso il proprio punto vendita, comporta per l’Esercente un miglioramento considerevole della propria tesoreria nonché delle proprie capacità di spesa utilizzando il proprio “denaro contante” evitando di attingere a finanziamenti bancari e/o anticipi.
Possiamo definirla una efficiente gestione della tesoreria, con un’ottimizzazione della liquidità, una Tesoreria centralizzata, nonché una corretta e puntuale pianificazione e consuntivazione dei Flussi finanziari, tutti elementi che possono veramente contribuire positivamente alle attività del tesoriere e/o CFO di una azienda che tratti il denaro contante.
Ho potuto quindi constatare che quanto già esistente sul mercato è del tutto diverso poiché, in sintesi, le soluzioni esistenti sono tutte “pro-solvendo” nonché vincolate ad un solo Istituto bancario, quindi senza lasciare la libertà all’Esercente circa la scelta della Banca o delle Banche presso le quali effettuare i propri accrediti.

by Lettera AITI 2022